Ex pilota della CIA dà testimonianza giurata che nessun aereo ha colpito le Torri Gemelle

119 demonUn ex pilota della CIA ha dato una deposizione giurata
dove afferma che nessun aereo ha impattato le “Twin Towers”,
in quanto sarebbe stato fisicamente impossibile.

learJohn Lear (foto sopra), figlio di Bill Lear, inventore e fondatore della Learjet (voglio sottolineare l’importanza della persona in questione), nella sua perizia mostra che sarebbe stato fisicamente impossibile, per un Boeing 767, colpire le Torri Gemelle, in particolare se pilotato da piloti inesperti: “Non è stato un Boeing 767 a colpire le Torri Gemelle, come fraudolentemente asserito dal governo, dai media, dal NIST e dai suoi contraenti”, ha affermato John nella sua dichiarazione giurata.

“Non è stato un 767 a colpire le Torri, perché è fisicamente impossibile, per le seguenti ragioni: nel caso del volo UA175 (il presunto aereo andato contro la torre sud), un vero Boeing 767 si sarebbe accartocciato su se stesso (come una canna telescopica), quando la punta frontale dell’aereo avrebbe colpito le colonne d’acciaio da 14 pollici (35cm), che diventano da 39 pollici (99cm) verso il centro”.

‘La coda verticale ed orizzontale si sarebbe istantaneamente separata dal velivolo, avrebbe colpito le colonne in acciaio e sarebbe caduto a terra”.

“I motori dopo aver colpito le colonne d’acciaio, avrebbero mantenuto la loro forma originale e sarebbero caduti a terra o recuperati tra le macerie dell’edificio crollato”.

“Nessun Boeing 767 avrebbe potuto raggiungere una velocità di 870 kmh a 1000 metri sopra il livello del mare. La resistenza parassita raddoppia con la velocità e la potenza parassita triplica con la velocità”.

  • La ventola del motore non è progettata per accogliere il volume di aria densa a quella quota e velocità.
  • Il pezzo di presunta fusoliera esterna, contenente 3 o 4 aperture delle finestre, non è coerente con un aereo che ha colpito le colonne in acciaio da 35 cm a oltre 870 kmh. Si sarebbe accartocciata.
  • Nessuna parte significativa del Boeing 767, o del motore, sarebbe potuta penetrare in colonne d’acciaio da 35 cm e arrivare 37 metri oltre il massiccio nucleo della torre senza che parte di esso sarebbe caduto a terra.

“I detriti del crollo avrebbero dovuto contenere enormi sezioni del Boeing 767, di cui i 3 motori del peso di circa 3.500 kg ciascuno che non sarebbero potuti essere nascosti”.

Motore di un Boing 757 che è più piccolo di quello di un Boing 767

Motore di un Boing 757 che è più piccolo di quello di un Boing 767

Nota: Credo che le persone non si rendano davvero conto di com’è un motore, non solo di un aereo, ma anche di una macchina o di un motorino: un blocco indistruttibile d’acciaio. Solo questo porta alla distruzione della ricostruzione ufficiale del governo USA.

“Eppure non vi è alcuna prova di uno qualsiasi di questi componenti strutturali massicci di entrambi i 767 del WTC. Tale scomparsa è impossibile”.

La deposizione di Lear, datata 28 gennaio 2014, è parte di una causa legale perseguita da Morgan Reynolds presso la Corte Distrettuale degli Stati Uniti, Distretto Sud di New York.

Una breve testimonianza di Morgan Reynolds (video in inglese)

Nel marzo 2007, Reynolds, ex economista capo sotto l’amministrazione di George W. Bush, ha presentato una richiesta di correzione presso l’US National Institute of Science and Technology, dichiarando la sua convinzione che non sono stati dei jet commerciali ha colpire le torri del WTC.

Sebbene il “9/11 Truth Movement” ha inizialmente respinto tale teoria definendola troppo stravagante, dopo un attenta analisi scientifica e razionale, è diventata una spiegazione ampiamente accettata delle prove raccolte.

A differenza di qualsiasi altra forma di dichiarazione, una dichiarazione giurata diventa verità nel diritto, se non viene confutata. Ora tocca ai critici della teoria presentare le loro prove e analisi per confutare punto per punto la dichiarazione di Lear. Se non verrà fatto, allora, il governo degli Stati Uniti sarà obbligato ad ammettere che la ricostruzione fatta dalla “Commissione del 11/9” è sbagliata.

Tutto l’11 Settembre in 5 minuti

Il 65enne capitano in pensione ed ex pilota della CIA, con oltre 19.000 ore di volo all’attivo, ha richiamato l’attenzione anche sull’inesperienza dei piloti che presumibilmente guidavano gli aerei: “La presunta discesa su New York, eseguita da un pilota novizio quali erano i presunti terroristi arabi, è estremamente improbabile a causa della difficoltà di controllare la velocità di discesa entro i parametri di volo controllato”.

Russ Wittenburg, ex pilota della United Airlines e dell’US Air Force, ora in pensione, spiega perché è impossibile che dei dirottatori inesperti, che si erano addestrati solo su un Cessna 172, abbiano potuto pilotare dei Boeing 757 e 767 nel modo in cui l’avrebbero fatto ufficialmente.

“Ci vuole un pilota altamente qualificato per interpretare i dati del “EFIS” (Electronic Instrument Flight Display), del quale nessuno dei dirottatori sarebbe stato a conoscenza e, quindi, non avrebbero potuto usare i controlli del Boing, compresi gli alettoni, il timone, il carrello, gli spoiler e le manette per controllare e mantenere una picchiata”.

Lear, secondo la sua dichiarazione giurata, ha pilotato oltre 100 diversi tipi di aerei durante i suoi 40 anni di volo e detiene più titoli d’aviatore FAA, rispetto a qualsiasi altro aviatore certificato FAA. Dopo aver volato in missioni segrete per la CIA nel Sud-Est Asiatico, Europa dell’Est, Medio Oriente e Africa, tra il 1967 e il 1983, ha passato 17 anni a lavorare per diverse compagnie aeree passeggeri e merci.

Lear è un membro di Pilotfor911truth.org, una comunità di esperti piloti che ha costantemente dimostrato l’impossibilità, per aerei a reazione come il Boing 767, di poter colpire le Torri Gemelle, nel modo in cui ha ricostruito la Commissione 9/11.

11 Settembre 2001 – Inganno Globale
di Massimo Mazzucco

Gli UFO e l’11\9

119 satansface

119
Fonte in parte

42 thoughts on “Ex pilota della CIA dà testimonianza giurata che nessun aereo ha colpito le Torri Gemelle

    • Esiste una vera verita’ che non vogliono svelarci … Comunque siamo ad una svolta secondo la quale le indagini di questo filmato e le testimonianze dimostrano che realmente un Boeing 767 non vrebbe potuto perforare penetrando nelle viscere delle torri gemelle… ed anche gli altri due aerei , uno verso il pentagono e l’atro in Pensylvania…

    • La causa del crollo e’ stata piu’ volte dimostrata anche dalle sezioni delle strutture portanti in acciaio che erano state tagliate obliquamente con della termite messa li nei punti giusti per generare una demolizione controllata, la domanda semmai sarebbe un altra ?! se non e’ stato un Boing a colpire le torri, cosa abbiamo visto in diretta colpirle ?

      • Forse mi sbaglio ; ma riguardando il filmato del primo Boeing mi pare che abbia un colore molto diverso da quello che sarebbe l’autentico di colore se non mi sbaglio blu – grigio ?? Mentre io vedo il primo Boeing di colore bianco verso la prima torre … questo particolare non mi sfuggeva dall’inizio … Molto strano!!!!!!

  1. Ragà, so’ passati 12 anni, ancora co sta storia? Mettetevi l’anima in pace e trovatevi un nuovo giocattolo complottista (ce ne sono tantissimi anche molto più recenti…) XD

    • più che un giocattolo complottista credo che questa sia una presa per il culo globale con conseguenze di guerra disastrose che vanno avanti da ormai 13 anni…poi se lo vedi come un giocattolo ben venga!!

    • Hai ragione sono stati 10 beduini che da una grotta hanno coordinato un attacco alla piu’ potente arma da guerra oggi esistente al mondo facendo crollare in modo verticale perfetto le due torri e tenendo in scacco il Norad per oltre 28 minuti colpendo anche il Pentagono con un aereo del quale non si sono trovati residui vedi motori con parti al titanio, sedili passeggeri ecc ecc hai ragione noi siamo complottisti e tu non riusciresti a vedere neanche a un cm dal tuo naso, ma per Dio come si puo’ essere tanto ignoranti, almeno state zitti, cosa hai nel cervello piscio ?

    • ahahahahah é anche grazie a quelli come te che l’Italia è una merda.

  2. Due semplici notazioni: il 767 ha 2 motori principali ed una Apu (Auxiliary power unit). Indicarne 3, equivarrebbe a dimenticare tutti gli attuatori detti comunque “motori” che compongono il velivolo: ergo una conoscenza un po’ superficiale. E l’articolista è talmente attento da non ricordare che il 767 è un Boeing, non un boing: come dire, un cartone animato? piero.

  3. Mi hanno veramente rotto tutti questi ex; ex C.I.A., ex area 51, ex ufficiali, ex uomini del presidente!
    Due torri sono venute giu’ e a tutti gli ingegneri o EX igegneri di qualsiasi cosa, il mio parere è che se un aereo si lancia in quella maniera qualcosa di brutto succede, al di là di qualsiasi conto matematico o fisico qual si voglia. Semplicemente, gli americani lo hanno preso in C e gli rode.

    • vai semplicemente a vedere cos’è successo a tutti, dico TUTTI, i palazzi o grattacieli o torri contro cui si sono scontrati aerei nella storia dell’uomo… parlo non solo di aerei civili, ma anche di bombardieri della seconda guerra mondiale carichi di bombe… Se non ne hai voglia te lo dico io: NULLA, non sono crollati, neppure quelli inceneriti da incendi indomabili a causa del contenuto degli aerei… i primi due edifici crollati nella storia dell’uomo a causa dell’impatto con un aereo sono le torri gemelle, il primo edificio crollato a causa del crollo di un edificio adiacente è quel palazzo a fianco alle torri di cui pochi si ricordano, contenente archivi sensibili su indagini riguardanti frodi e movimenti nella borsa internazionale…

      • E’ inutile, parlare con certe persone e’ come giocare a scacchi con una gallina, qualunque mossa tu faccia questa continuera’ a svolazzare facendo cadere i pezzi e cacando sulla scacchiera

      • Thomas sto ancora a piagne… e quoto ogni singolo pixel di quello che hai scritto!!

  4. Sei superficiale per usare un termine politicamente corretto, non vedi il problema nella sua globalità.

  5. Io sono convinto che l’attacco alle torri sia stato un pretesto ben architettato e spettacolarizzato per giustificare le future guerre in M.O ..Mi chiedo però: se non fossero stati due aerei a schiantarsi sulle torri le persone che erano a bordo di questi boeing che sono morte, come e di cosa sono morte?

    • se in televisione ti dicono che sono morte 100 persone, ti mostrano foto, ti fanno ascoltare registrazioni di conversazioni telefoniche strappalacrime, parenti che piangono… metti caso che ti mostrino addirittura immagini di documenti d’identità, case ormai vuote con giocattoli abbandonati nel giardino e un presentatore con la voce spezzata che racconta le vite delle vittime, tutto questo ti darebbe la certezza che quelle persone esistano realmente? Se crediamo che le torri siano state demolite, che le immagini dello schianto degli aerei siano costruite (come il grand’angolo da elicottero che dovrebbe inquadrare l’aereo in avvicinamento ma mostra solo il cielo intorno alle torri, eppure dopo lo zoom-in l’aereo compare da destra, apparentemente venuto fuori dal nulla) se crediamo ad un complotto internazionale, grandissioso ma imperfetto, che fa acqua da tutte le parti, appoggiato da televisioni, militari, politici, spie che si fingono terroristi, finti esperti o inetti pagati per raccontare fuffa… renzo piano che in un’intervista dopo il crollo ha affermato “guardando la collisione in diretta ho capito subito che le torri sarebbero crollate”, come dire “appena ho visto monti e renzi ho capito subito che sarebbero stati eletti e avrebbero vinto le elezioni” “ma guarda che è da anni che nessuno viene eletto, aggiornati” “ma ho comunque ragione io!!!” XD se ammettiamo tutto questo, cosa vuoi che sia fingere l’esistenza di qualche ipotetica vittima. è la finzione costata meno in tutto questo marasma, così imperfetto e vacillante che sembra stato pensato dai figli analfabeti di bin laden nati dopo la sua finta uccisione -_-

      • Ok! siamo d’accordo su tutto, io sono uno che crede fermamente nella “realtà” del complotto e questi, come tanti altri episodi, testimoniano l’esistenza di una strategia ben architettata e messa in opera da chi sta governando realmente il mondo..e non sono nè Obama nè Putin e nessun governo di nessuno stato …auguri!

    • E poi dicono che i film sono solo frutto dell’immaginazione…
      Voglio solo citare “Codice swordfish” (Film del 2001) che parla proprio di attacchi terroristici controllati proprio dal governo americano per mantenere alto il terrore e giustificare i suoi attacchi verso le nazioni ritenute falsamente responsabili.

  6. Una domanda: cosa significa “Fonte in parte”?
    Al link non c’è un articolo originale da consultare.
    Inoltre, mi pare strano che un pilota professionista usi termini come “coda orizzontale e verticale” in luogo di “deriva” e “stabilizzatori” come sarebbe giusto aspettarsi.

    • magari se un pilota professionista parla di deriva e stabilizzatori io che pilota non sono non capisco. Ma coda so cosa vuole dire.

  7. VORREI DIRE A QUESTO GENIO DI EX PILOTA DELLA CIA….MA COME PUOI GIURARE CHE NESSUN AEREO HA COLPITO LE TORRI QUANDO TUTTI…DAL VIVO O IN DIRETTA TV…HANNO VISTO CHIARAMENTE GLI AEREI SCHIANTARSI??? SI CERCA COSI’ TANTO DI AVVALORARE LA TESI COMPLOTTISTA CHE SI STA PERDENDO IL SENSO DELLA REALTA’!!! RIDICOLI!!!

  8. Certo Che il crollo delle torri e’ sicuramente inusuale, quasi “pilotato” anch’esso dalla mano dei grandi architetti. Indubbiamente il Medio O. faceva paura 10 anni fa, con tutto quel petrolio nel sottosuolo, sarebbe diventato una sorta di arbitro dei prezzi del petrolio governando di fatto l’oscillare del dollaro. Così la storia si ripete: si piazza un pretesto religioso x coprire la più grande truffa di tutti i tempi: governo del petrolio e dismissione di materiale bellico del secondo dopoguerra. Ma il
    Punto resta : gli aerei?

  9. Non entro in questioni tecniche o ingegneristiche anche se personalmente ho più di una perplessità sul fatto che due aerei possano aver procurato questo danno, proprio a delle torri progettate appositamente per sopportare impatti di questo tipo facendone un valore aggiunto proprio di questa peculiarità. Eppure sono venute giù come due parallelepipedi di sabbia. Una cosa che mi ha allertato è il fatto che nel 2001 ero in America ed alla televisione non uno dei parenti che apparivano nelle trasmissioni tv e di tutte le razze, età e religioni, inveisse contro il governo americano sul fatto che tutti gli aerei coinvolti fossero riusciti a penetrare nei cieli aerei come io entro nei giardini pubblici. Dopo l’impatto qualcuno ha visto in tv caccia militari volare? Eppure la telecamera era fissa per ore… Mah…..faccio lo stupido come tutti nel volerci credere…ma questo non implica che lo sia uno stupido davvero. …e questo vale per me e per chiunque abbia un cervello e lo usi. Saluti

    • Infatti, nessuno ha denunciato l’azienda fornitrice dell’acciaio per la costruzione delle torri, in quanto in un aula di tribunale sarebbero venute alla luce tutte le magagne. Inoltre, qualche settimana prima della catastrofe, il WTC è stato acquistato e subito assicurato contro attacchi terroristici da impatto aereo.

  10. Vogliamo parlare dell’aereo che si è schiantato al pentagono???..ahahahaha..è come se mi raccontassero adesso che Babbo natale esiste e sta in Lapponia a fabbricare regali..in poche parole questo giocattolo di 500 tonnellate avrebbe percorso ad un’altezza di 20 mt dal suolo circa per mezzo km..non solo..come si spiega la discesa e la precisione per fare tutto ciò? !..praticamente nemmeno un pilota delle frecce tricolore con una freccia appunto riuscirebbe in tutto questo. .tonando allo schianto..il presunto aereo avrebbe creato un buco preciso trapassando 5 “anelli” del pentagono senza lasciar traccia di Ali motori e timone di coda..niente! ..
    io dico che la presa per il culo oramai l’ha capita anche un somaro..ma vedo che tanti ancora credono alla favola di Babbo Natale!

  11. Un amico dagli USA ha fatto sapere che gli americani sono consapevoli del fatto che non c’è stato nessun aereo a colpire le torri gemelle.

  12. Quindi la diretta TV era falsa, gli aerei erano “uccelli di ferro” e la gente sul posto era in preda ad un allucinazione

  13. Ha ragione Ross… gli aerei li hanno visti TUTTI ma proprio TUTTI TUTTI TUTTI!!

    Tranne:
    “Timothy Snyder and two other employees of ‘Thermo Electron’ were in their 85th floor office in the North Tower of the ‘World Trade Center’ when the plane hit three floors above them. They didn’t know it was a plane; Mr. Snyder believed it was a bomb.”

    “Timothy Snyder e due altri dipendenti di ‘Thermo Electron’ erano nel loro ufficio all’ottantacinquesimo piano della Torre Nord del ‘World Trade Center’ quando l’aereo ha colpito tre piani sopra di loro. Non sapevano che fosse un aereo; il Signor Snyder credeva che fosse una bomba.”.

    Fonte: sites.google.com

    “A black woman, covered in soot, interviewed by ‘ABC’ (Youtube): ‘We saw a shadow which looked like a plane. Next thing we know it’s boom, boom and the floors started shaking.'”

    “Una donna nera, coperta di fuliggine, intervistata da ‘ABC’ (Youtube): ‘Abbiamo visto un’ombra che sembrava un aereo. La cosa che abbiamo sentito subito dopo è stato un boato, un boato ed i pavimenti che hanno iniziato a tremare.'”.

    Fonte: http://www.wikispooks.com

    “Alle nove meno un quarto, ora di New York, una violentissima esplosione ha squarciato almeno sei piani del ‘World Trade Center’ […]. L’esplosione è stata violentissima, si vedono già sei o sette piani interamente squarciati e nuvole di fumo che stanno uscendo dal grattacielo.”

    Fonte: Radio24

    “Avevamo fatto molte esercitazioni e invece, dopo il boato, non scattò nessun allarme. Cercai di rimettermi al lavoro e, solo parecchi minuti dopo, il telefono squillò. L’altro aereo era appena entrato nella Torre Sud ma non me n’ero accorto. Era un amico giornalista, Massimo Jaus di America Oggi. Urlava: ‘Scappa, un aereo ha colpito le torri’.”.
    Lucio Caputo, Presidente dell'”Italian Wine & Food Institute”.

    Fonte: “Il Venerdì di Repubblica”, 19 Agosto 2011

    “Mentre mi allontanavo dalla Torre Sud sentii il sibilo. Il tempo di girarmi e il secondo aereo era entrato nell’edificio che, fino a quel momento, era il mio ufficio.”.
    Ruggero de Rossi, a capo del fondo di investimento “Tandem Global”.

    Fonte: “Il Venerdì di Repubblica”, 19 Agosto 2011

    “Mi trovavo alla base del WTC2, quando sentii l’impatto del primo aereo che colpiva la Torre Nord.”.
    David Lim, Poliziotto della “Port Authority” di New York, assegnato al servizio di vigilanza presso la Torre Sud.

    Fonte: americanradioworks.publicradio.org

    “Due enormi esplosioni ed il nostro edificio ha vacillato. Tutto è esploso, nella nostra stanza. Ci trovavamo all’ottantaquattresimo piano. Quel che all’epoca non sapevo, è che il secondo aeroplano si era appena schiantato sei piani più in basso, quindi eravamo sei piani sopra il punto d’impatto.”.
    Brian Clark, sopravvissuto Torre Sud, Manager alla “Eurobrokers”.

    Fonte: “Zero – Inchiesta sull’11 Settembre”

    “All’improvviso ci fu come l’esplosione di una bomba. L’edificio cominciò a tremare, e allora pensai: ‘No, dev’essere stato un terremoto’.”.
    Joshua, un docente dell’Università di “Princeton” che teneva una lezione al 40° piano della Torre Nord.

    Fonte: blogsofnote.it

    “Ho visto l’esplosione del grattacielo vicino e subito ho deciso di prendere le scale. Ero arrivata al trentesimo piano quando ho sentito l’esplosione nel grattacielo che stavo cercando di lasciare.”
    Liljana Zivkovic, impiegata in una banca che aveva gli uffici all’ottantesimo piano della Torre Sud.

    Fonte: vivaleuropa.ilcannocchiale.it

    “… ho sentito iniziare… boom boom… e una grande palla di fuoco. [riferendosi all’aereo] Oh non lo sapevo nemmeno… onestamente mi stavo avvicinando… ho guardato in alto ed ho visto una grande esplosione… e fiamme…”.
    Jennifer Oberstein

    “Se era, sembrava un aereo piccolo… non credo fosse niente di commerciale.”
    Anonimo, diretta Tv

    “Non riesco a vedere alcuna prova di cosa è stato ad essersi schiantato.”
    Anonimo, diretta Tv

    “Stavo servendo ai tavoli ed ho visto proprio… sembrava proprio un piccolo aereo.”
    Stewart Nurick, Ex Apprendista al “Daily Show” della “CBS”

    “… è stato un forte suono che potrei descrivere soltanto come quello di un missile, non un aeroplano… non voglio fare nessuna speculazione ma l’unico modo in cui posso descriverne il suono, non era affatto il suono di un aeroplano ad elica o niente del genere… non ho visto un aereo entrare… l’edificio… l’edificio è soltanto esploso.”
    Don Dahler, Reporter, testimone oculare, durante “abc Live”

    “… ma se intende se ho sentito qualcosa prima dell’impatto… no, no.”
    Jim Friedl

    “Un’esplosione incredibile… molto, molto intensa.”
    David Salar, testimone oculare, Cameraman della “NY Good Day”

    “Aveva il suono di una bomba.”
    Mark Joyella, testimone oculare, Report della “NY Good Day”

    “Ho proprio sentito una specie di stridore…”
    Dick Oliver, testimone oculare, Report della “NY Good Day”

    “Ho visto qualcosa… come una bomba… sì, io credo questo… che c’è una bomba.”
    Testimone oculare, in diretta a “NY Good Day”

    “C’è stato il suono di un’enorme esplosione… era qualcosa dall’interno… era interno.”
    Testimone oculare, in diretta a “NY Good Day”

    “… perché ero li in piedi e stavo pressoché guardando fuori dalla finestra… non ho visto cosa sia stato o se c’è stato un impatto…”
    Theresa Renault, testimone “CBS Live”

  14. In questi ultimi anni la mia fiducia sul “sistema occidentale” ha cominciato a vacillare notevolmente. E ci tengo a precisare, non a favore di altri.
    Quante persone sono realmente morte per causa del crollo delle torri? Meno rispetto a quelle dell’olocausto, anche quest’ultimo, fatto non per follia o ragioni razziali, ma molto probabilmente per motivi più concreti (gli Ebrei erano, ed ancora oggi sono, una potenza economica molto più grande di qualsiasi altra a livello mondiale). Quindi ci sarebbe da sorprendersi se “l’uomo” (nella peggiore concezione del suo termine) avesse architettato l’attentato dell 11/9 per fini politici ed economici? No…
    Chi, nel caso sia davvero tutto costruito, potrebbe far luce sulla verità? Americani? Dubito che potrebbero. Russi? Europei? Giapponesi? Australiani? Facciamo parte dello stesso sistema. Cinesi? Hanno i loro scheletri nell’armadio da coprire, e sarebbe poco saggio “aggredire” gli altri potenti. Sud Americani? Sono tutt’oggi una colonia.
    Il Medio Oriente è in buona parte “colonizzato” e controllato dalle altre potenze.
    Non ci vuole una memoria biblica, per ricordarsi che l’URSS invase l’Afganistan (dove non c’è nulla se non papaveri da oppio) mentre IRAN e IRAQ si davano battaglia. E proprio dall’IRAQ che gli USA hanno ripreso la colonizzazione di quella fascia di Medio Oriente.
    Il risultato oggi, nel 2014, è che l’unico pericolo, cioè l’IRAN, è circondato dal “nemico”. Giusto o sbagliato che sia, ma è così.
    Gli USA hanno il grano (parlo prorpio del cereale) e poco petrolio. La Confederazione Russa ha grano (come sopra) poco petrolio ma tanto gas. L’Europa non ha niente. L’Africa ha tantissimo, ma è già controllata da parecchi secoli. La Cina ha soldi, tanti soldi, molti di più di quello che ci possiamo immaginare. Il petrolio è ancora una di quelle cose che deve essere controllato per evitare un Crack mondiale.

    Nel caso in cui veramente l’11/9 sia stato un complotto, chi rimane che possa fare luce su questo, e su altri accadimenti successi nel mondo negli ultimi 100 anni ricchi di ombre?

  15. da quando nel 2001 vidi in diretta quegli accadimenti non mi convinsi mai delle versioni ufficiali, nel mio piccolo, come geometra faccio un pò di calcoli statici , ne so un po’ di cemento e acciaio, di temperatura di fusione dell’acciaio, troppo alta per essere indotta dal combustibile dei boeing che è il kerosene, quel minimo di fluidodinamica mi permise di capire che era impossibile per un boeing arrivare nelle torri a quella velocità, che un aereo di alluminio penetri del solido acciaio lo capisce anche un bambino che è impossibile, possibile quanto una cagata di piccione ammacchi il tetto di un utilitaria. che poi urto e incendio provochino il crollo anzi il collasso di tutta la struttura una vera barzelletta. per far cadere quelle strutture così ci voleva tutta la flotta di kamikaze giapponesi della seconda guerra mondiale e ancora avrebbero resistito.
    comunque non sono uno scrittore e la mia capacità di scrivere non è delle migliori , ma articoli così mal scritti o mal tradotti dove si confondono congiuntivi con gerundi e condizionali non vi fanno onore e sinceramente sostenere tesi così diverse dalle versioni mainstream con una grammatica così abbozzata non aiuta anzi, vi rende poco credibili e questo mi dà veramente fastidio, un mio amico sindacalista molto anziano mi diceva: se vuoi opporti al sistema devi essere ineccepibile, il primo ad arrivare in fabbrica e l’ultimo ad andarsene, altri tempi !
    imparate a scrivere e farete un ottimo servizio alla verità
    grazie
    gigi

  16. 1) il Boenig 767 ha 2 motori, perchè nell’articolo si dice 3???
    2) dice l’articolo:- La resistenza parassita raddoppia con la velocità e la potenza parassita triplica con la velocità”.

    a me risulta che la resistenza aerodinamica aumenta con il quadrato al raddoppiare della velocità e la potenza 8 volte al raddoppiare della velocità

Comments are closed.