IL TELETRASPORTO SPAZIO TEMPORALE ESISTE

Già qualche tempo fa avevo postato un video dove un viaggiatore del tempo\spazio salvava un ciclista cinese da morte certa.

Un commento sosteneva che il video fosse una pubblicità di un videogioco. Facciamolo passare per tale, anche se io non ho mai visto una pubblicità che alla fine non si sa cosa pubblicizzi.

Di questo invece cosa ne pensate? Quale videogioco pubblicizza?

O il teletrasporto è una possibilità? Il teletrasporto è stato esposto attraverso i film di fantascienza e nei libri di narrativa per molto tempo, ma tale tecnologia è davvero fattibile? Gli scienziati in realtà hanno la capacità di creare qualcosa del genere? La risposta vi shockerà!

Il Teletrasporto, oggi è possibile.

Questo video contiene la prova che gli scienziati stanno lavorando su anticipi di teletrasporto. In realtà essi già hanno teletrasportato con successo un paio di volte …. e questo è solo quello che ci dicono.

Il video è in inglese:

Ad El Segundo in California, in un laboratorio della CIA, c’è un ascensore capace di trasportare un essere umano su Marte o su qualsiasi altro pianeta avente un terreno solido.

Marte è ben noto perché è stato testato molte volte. Questa tecnologia è nata dall’ “Ingegneria Inversa” di una navicella spaziale schiantatasi sulla Terra e che era stata inviata da Alpha Centauri, la costellazione resa famosa dal film Avatar e, anche se è ben nota nella comunità scientifica e nel settore delle ‘Teorie della Cospirazione’, è certo, una novità nel mondo reale.

Gli scienziati hanno scoperto che, attraverso la coscienza di una mente umana o aliena, basta impostare una qualunque destinazione e la nave apre un ‘Wormhole’ che la trasporta nel punto a voi gradito.

Lo so! Questo suona come uscito fuori direttamente da ‘Star Wars’, ma due alti funzionari della CIA sono usciti allo scoperto ed hanno parlato di questa ‘Jump Room’.

Andrew Basiago

Andrew Basiago

Andrew Basiago è stata la persona che, oltre ad esporre per primo i viaggi tempo\spazio per Marte e Luna progattati dal governo nel ‘Progetto Pegasus’ negli anni 60, anche l’esistenza della ‘Jump Room’ e della sua creazione attraverso l’Ingegneria Inversa’ di una navicella spaziale aliena.

Dopo il 2000, l’ESA (Agenzia Spaziale Europea) ha mandato su Marte delle sonde chiamate Beagle e dobbiamo chiederci, perché queste sonde sono state inviate su Marte? Solo per vedere com’é il pianeta?

No, la NASA aveva già visto abbastanza di Marte, molto prima che furono annunciate le missioni ‘Beagle’.

La funzione principale per l’invio di Beagle su Marte, era quella di costruire l’altro ascensore della ‘Jump Room’, che funge da collettore finale per la ricezione di qualsiasi oggetto o essere Umano lì. E’ necessario avere un altra camera disponibile, all’altra estremità, in modo da andare da un posto all’altro.

La Jump Room è stata utilizzata anche nel 1996, quando i primi rover robotici sbarcarono su Marte, rover che ufficialmente erano solo una macchina fotografica su ruote per scattare foto e prendere campioni del suolo marziano.

L’intero progetto fu finanziato ed iniziato dai nazisti tedeschi che, dopo la fine della seconda guerra mondiale, lo portarono a termine negli Stati Uniti dove vennero accolti a braccia aperte.

I tedeschi erano molto, molto intelligenti ed erano i più avanzati, compreso gli USA, sia nel campo della scienza che della matematica.

Ci sono voluti oltre 40 anni per risolvere gli enigmi e i misteri della nave spaziale che conteneva anche la tecnologia per il teletrasporto.

2001-odissea-nello-spazio-08Tycho, un cratere sulla Luna, fu il primo luogo dove gli esseri umani hanno trovato la prima prova di civiltà aliena attraverso la scoperta di un nero ‘Monolite’.

Se vi ricordate il film ‘2001 Odissea nello spazio’, sulla Luna, gli astronauti trovano un monolite nero che li spinge alla follia. Il monolite del film, è la replica esatta del monolite trovato sulla Luna e su Marte.

Secondo il mio modesto parere i viaggi nello spazio\tempo esistono da circa 60-65 anni.

One thought on “IL TELETRASPORTO SPAZIO TEMPORALE ESISTE

Comments are closed.