Scienziato vuole trasportare i Marziani sulla Terra!!!

Q (1)

Uno scienziato statunitense vuole rilevare la vita su Marte e teletrasportarla sulla Terra. Il fisico J.Craig Venter, è uno scienziato leader nel campo della ricerca genomica ed è anche il fondatore e CEO della ‘Synthetic Genomics Inc’, una società privata dedita alla “commercializzazione di soluzioni genomiche per rispondere ai nuovi bisogni globali: nuove fonti di energia, nuovi prodotti alimentari, nutrizionali e vaccini di nuova generazione”.

Q (2)

Lui e il suo team di ricerca sono stati i fautori della tecnologia che rivoluzionerà la ricerca di vita extraterrestre. In un articolo del ‘South China Morning Post’, il Dr. Venter dice: “la mia invenzione non solo sarebbe in grado di rilevare e decodificare il DNA nascosto in campioni di terreno o di acqua ultraterreni – dimostrando una volta per tutte che non siamo soli nell’universo – ma è anche un mezzo di trasporto per le informazioni che tornando sulla Terra permetterebbero agli scienziati di ricostruire le copie viventi in una struttura di biosicurezza”.

Spera di rilevare la vita marziana e portarla sulla Terra utilizzando un convertitore biologico digitale, comunemente chiamato teletrasporto biologico.

Praticamente la macchina del Dr.Venter non farebbe altro che creare una copia di un organismo vivente da una posizione lontana, memorizzando il codice genetico in un computer per poi trasmetterlo come un qualsiasi altro dato.

Dr. J. Craig Venter

Dr. J. Craig Venter

Il team di ricerca del Dott. Venter e gli scienziati dell”Ames Research Center’ della NASA, recentemente hanno condotto la sperimentazione sul campo di questa tecnologia, precisamente nel deserto del Mojave a sud di Baker, California, un ambiente asciutto simile a quello di Marte.

Il deserto del Mojave

Il deserto del Mojave

I ricercatori hanno testato l’apparecchio che avrebbe, in teoria, inviato i dati di ritorno da Marte. Secondo il dottor Venter, un prototipo della macchina che riceve i dati trasmessi qui sulla Terra esiste già e sarà disponibile per la vendita il prossimo anno.

Questa macchina sarà in grado di “automatizzare la sintesi dei geni infilati in piccoli pezzi di DNA. Con questa tecnologia, una persona con una infezione batterica potrebbe inviare il codice per ricreare un virus destinato ad uccidere quello specifico batterio“.

Venter suppone ottimisticamente che questa tecnologia consentirà ai medici di “inviare un antibiotico come una e-mail e permettere ai diabetici di scaricare l’insulina da Internet”.